SENSE8: un intreccio di connessioni mentali oltre le distanze

sense8

SENSE8: Otto storie, un legame. Una serie tv da non perdere

Ma andando oltre la parte fantascientifica, SENSE8 merita di essere visto per diversi motivi.

Primo fra tutti, vi è che i personaggi sono di nazionalità diverse e vivono in diverse parti del mondo. Emerge l’importanza dell’essere uguali andando oltre le diversità culturali.

C’è da dire inoltre, che le scene sono state girate per davvero in tutte le città d’origine dei protagonisti. Ed è dunque, un po’ come viaggiare in giro per il mondo, rimanendo fermi davanti allo schermo del pc.

Oltre a ciò, in SENSE8 vi è anche l’amore. Si creerà infatti un legame speciale tra alcuni dei protagonisti. Non poche sono le scene di sesso, parecchio spinte. A proposito di questo, l’attore M.Riemelt (Wolfgang) si è espresso dicendo:

“Sono come dipinti che mostrano metaforicamente le sensazioni che si provano quando ci si connette a qualcun altro tramite il sesso“ “Le scene di nudo diventano un modo per mostrare il rispetto per il punto di vista di ognuno, per i corpi degli altri, indipendentemente da cosa ne fai o come ti vedi”.

Altro tema importante affrontato nella serie è l’omosessualità. Lito e Nomi infatti sono omosessuali e vivono il loro amore combattendo con la società che è restia a questo tipo di rapporti “diversi” dal normale. Nel secondo episodio della prima stagione, viene anche mostrata una scena di una parata, dove è emblematica la frase:

“Oggi, marcio per ricordare che non ci sono soltanto “io” ma c’è un noi. E noi marciamo con orgoglio”