IO NON DIPENDO,MI DIFENDO : tabacco e tabagismo

Una sigaretta tira l’altra…e il fumo diventa droga

Una sigaretta tira l’altra,ma la tendenza non cambia. Il tabacco resta una delle sostanze psicoattive più consumate.

Secondo solo alla caffeina,come confermato anche dal rapporto ISS del 2016,che vede il 22% della popolazione consumatore di sigarette “normali”.

Al quale va affiancato il 4% di utilizzatori delle cosiddette “sigarette elettroniche” .

Inoltre l’ OMS riferisce che il tabacco è la seconda causa di morte nel mondo (6 milioni di decessi l’anno).

IL TABACCO

È pianta appartenente del genere Nicotiana (famiglia Solanacee), comprendente circa 100 specie in gran parte originarie dell’America tropicale. (18)

Dall’essicazione e successiva lavorazione delle foglie di queste piante si ricava il cosiddetto tabacco da fumo.

Il tabacco pone problemi tossicologici di notevole complessità, anche per via dell’alto numero di componenti potenzialmente pericolosi.

http://puntodincontro.com.mx/images/composizionedelfumodisigaretta.jpg

Esso infatti è costituito dalla nicotina,un alcaloide,e da una serie di sostanze di varia natura (circa 4000, la cosiddetta “tara”). 

Nel dettaglio…la NICOTINA

https://thumbs.dreamstime.com/z/nicotine-molecule-29201350.jpg

È l’alcaloide principale delle foglie del tabacco, e il principale responsabile degli effetti dannosi immediati o a distanza esercitati dal fumo di tabacco.

Esso viene assorbito dai polmoni ed interagisce con particolari recettori dell’acetilcolina, detti appunto recettori nicotinici.

Tali recettori sono localizzati a livello dei muscoli e del cervello, e la loro attivazione da parte della nicotina causa l’apertura di un canale ionico e conseguente depolarizzazione.

I principali effetti riguardano il SN (cefalea e nausea) e l’apparato digerente (crampi addominali,vomito,diarrea).

ASSUEFAZIONE,DIPENDENZA,ASTINENZA

Assuefazione

La nicotina,trasportata dal sangue,raggiunge il cervello stimolando il rilascio di dopamina.

Questo neurotrasmettitore passa da un neurone all’altro attraverso il cosiddetto circuito del piacere (in figura) che In presenza di droghe viene alterato e stimolato a riattivarsi.

dipendenza_tabacco
astinenza_tabacco