NINFOMANIA: la dipendenza dal piacere sessuale

ninfomania

Ninfomania: quando il sesso diventa patologico

“L’orgasmo è il coinvolgimento totale del corpo: mente, corpo, anima, tutti insieme. Tu vibri, l’intero essere vibra, dalle dita dei piedi alla testa. Non sei più in controllo; l’esistenza ha preso possesso di te e tu non sai chi sei, è come una follia, è come un sonno, è come la meditazione, è come la morte.”
(Osho)

Sarà proprio questo il motivo per cui le donne cercano  rapporti sessuali? Anche se non viene detto, perché il sesso è tabù, siamo tutti portati a cercare la nostra “anima gemella” sotto le lenzuola.

A volte però diventa un’ossessione e in questi casi si tratta di NINFOMANIA.

Nell’800 non si sapeva molto della psicologia sessuale delle donne. Gli psichiatri coniarono il termine NINFOMANIA, follia delle ninfe. Colei che non voleva piegarsi al destino di moglie e madre veniva considerata malata e bisognosa di cure.

Ma andando oltre lo stereotipo ottocentesco, oggi, la NINFOMANIA è un DISTURBO accertato dal DSM. Appartiene alla categoria della ipersessualità.

Nell’ipersessualismo oltre alla compulsione ed ossessione per la sessualità, vi è la dipendenza da essa per stare bene. La dipendenza sessuale è una relazione patologica con il sesso” […] la persona si rifugia nella ricerca di piacere che possa alleviare lo stress, permettergli di fuggire dai sentimenti negativi o dolorosi, dalle relazioni intime che non è in grado di gestire. Si crea una relazione che, oltre alla sensazione di piacere, dia l’illusione di controllare tutte queste difficoltà, e con esse la vita stessa. Questa relazione diviene il bisogno fondamentale rispetto al quale tutto il resto perde significato e importanza, comprese le persone che diventano secondarie al proprio desiderio sessuale.” (fonte Doc.Teresita Forlano).