Leonardo da Vinci e le sue “macchine”

Leonardo da Vinci e le sue “macchine”

Inoltre intensifica i suoi studi sulle macchine, l’architettura, l’idraulica, l’urbanistica e l’anatomia.

Tra il 1503 e il 1505 ritorna a Firenze, dove comincia la sua opera più famosa, la Gioconda,mentre nel 1506 lo troviamo a Milano,dove si dedica completamente a speculazioni scientifiche, studi biologici e fisici, ricerche di varia natura.

Nel 1517 Leonardo viene chiamato in Francia alla corte di Francesco I, che ne ha apprezzato il talento; e proprio qui trascorre gli ultimi anni della sua vita.

Muore due anni dopo, nel 1519, a Cloux, e viene sepolto presso la chiesa di Saint-Florentin in Amboise.

(nella pagina seguente…andiamo alla scoperta delle macchine di Leonardo da Vinci)