Leonardo da Vinci e le sue “macchine”

Visita alla mostra “LE MACCHINE DI LEONARDO”

Leonardo da Vinci: lo scienziato, il pittore, lo scrittore, il musicista…ma anche l’inventore.

Uno dei più grandi geni dell’umanità “mette in mostra” le sue più grandi idee, usando come scenario la fortezza Firmafede di Sarzana.

Noi di WORLD GENERATIONS siamo andati a visitare per voi la mostra di un uomo d’ingegno : un talento universale del Rinascimento, epoca che ha portato alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell’arte e della conoscenza.

LEONARDO DA VINCI: L’UOMO, L’INVENTORE, IL GENIO

Leonardo da Vinci nasce il 15 aprile del 1452 ad Anchino, piccolo paesino vicino a Vinci

E’ figlio di un amore illegittimo tra un notaio, Ser Piero.

Della madre resta solo il nome, Caterina, donna di basso livello sociale.

Leonardo cresce tra le mura di casa e la sua educazionene data d gli viealle persone a lui più vicine.

Nelle campagne intorno a Vinci, Leonardo cominciò ad essere affascinato dalla natura,seguendo il volo degli uccelli, il funzionamento dei mulini.

Tuttavia,nel 1462 lo costrinse a trasferirsi a Firenze per intraprendere gli studi notarili, su pressione della famiglia paterna.

 La città toscana in questo periodo è un cantiere a cielo aperto,tra opere architettoniche ed artistiche,dalle quali il giovane Leonardo era incuriosito, oltre a ciò che accadeva nelle botteghe d’arte.

Ser Piero decide così di introdurre il figlio in una delle botteghe più conosciute dell’epoca: quella del Verrocchio.

Vi resta per 8 anni; nel 1472 Leonardo fa già parte della Compagnia dei Pittori.

Il 1482 segna per Leonardo l’inizio di una serie di viaggi presso molte corti italiane, oltre a quella francese di Luigi XII.

Proprio a questo periodo risalgono alcuni tra i suoi dipinti più noti,come l’Ultima Cena e la Vergine delle Rocce.

(continua)