LA POCHETTE: IL MICROMONDO DI UNA DONNA

Donne mostrate le vostre pochette…noi di STUDENT’S GENERATION vi mostriamo le nostre

Molto spesso, anzi sempre, gli uomini affermano di non comprendere a fondo noi donne.

Dicono che siamo complicate (alcune “dolcemente complicate” come racconta Fiorella Mannoia).

Ma se si guardessero bene attorno, vedrebbero che ci sono tanti oggetti, che per loro possono essere banali, ma che gli permetterebbero di comprendere davvero la nostra personalità.

Per alcune,uno di questi è la pochette dei trucchi.

Fedele e discreta compagna,nascosta nella borsa…racchiude trucchi, creme, salviettine….insomma,tutto quello che ci fa sentire femminili,attraenti,sexy….

Le ragazze di STUDENT’S GENERATION hanno aperto per voi (chi ce l’ha) e le loro pochette dei trucchi,mostrandovi quello che per loro è indispensabile per risultare al meglio.

MARGHERITA

La mia porchette non è una semplice pochette: è praticamente una casa ambulante. Ora, soprattutto, che sono fuori casa da più di un mese, ho dovuto organizzare al meglio le cose e, purtroppo, ridurre tantissimo il carico di prodotti. Porto sempre tutto con me in due pochette. Una dedicata al make-up, ed ho almeno due fondotinta, mascara, kajal, due palettine di ombretti e almeno 5rossetti; l’altra in cui ho degli antidolorifici, assorbenti, peoteggislip ed un piccolo salvavita: pinzette, tagliaunghie, lima in ferro (non si sa mai, se non dovessi trovare una estetista lampo, posso sempre contare sui rimedi last minute e casalinghi).

A cosa non rinuncerei? Al profumo. Ogni borsa ed ogni stagione è segnata da un profumo differente. Il mio must have per questo mese è il profumo deodorante “burberry- weekend”. Ed invece per quanto riguarda il mio prodotto essenziale è assolutamente il rossetto. Rinuncerei a tutto, ma il rossetto è in grado di perfezionare anche un make-up semplice ed un po’ “sciatto”. Toglietemi tutto, ma non il rimmel! (CIT.)”

MARTINA

La mia porchette è parte di me, racchiude il mio lato più passionale,più sexy,che raramente tiro fuori. Mi dà l’autostima che spesso non ho : fondotinta, correttore, ombretti nude (non mi piace apparire troppo), mascara e matite (marrone,quando voglio essere semplice, e nera in occasioni speciali,quando voglio tirare fuori la “pantera” che c’è in me).

A cosa non rinuncerei? Al correttore. È il mio “salvavita” : quando sono fuori e a volte mi capita che un ponfetto dispettoso mi spunta sul viso, un velo di correttore e mi sento a mio agio.