IO,PETER PAN : LA MIA LONDRA

I luoghi del cuore della città britannica per Federico 

Articolo di Federico Rosselli

Londra.

A molti miei coetanei piace molto al punto che vogliono recarsi a Londra.

Chi per lavoro, chi per studio.

Per me, invece, Londra rappresenta qualcosa di più che una località.

In questa città vi sono luoghi che risvegliano ricordi d’infanzia o passioni ma anche evocazioni del futuro.

Ecco i miei sette luoghi londinesi tra passato, presente, futuro.

BUCKINGHAM PALACE-ROYAL MEWS (la passione per l’arte ed i cavalli)

Una mia visita londinese comincia sicuramente da Buckingham Palace.

Quei quadri dei massimi artisti italiani come Parmigianino e Canaletto, lasciano veramente senza fiato, ti fanno innamorare di quella collezione e di quel palazzo tanto come le sale che decorano.

Inoltre il fatto di poter camminare nella residenza di una monarchia tuttora viva lascia impressionati.

Mi fa sentire come se fossi io il sovrano in quanto il palazzo, forse più del Quirinale, riesce a trasmettere un aria accogliente di casa, di vita vissuta nel nome della nazione e del

servizio al popolo.

Il cambio della guardia mi emoziona in quanto mi ricorda quando da bambino ho indossato, durante una sfilata di carnevale, l’uniforme cerimoniale dei cinque reggimenti della guardia reale famosi per il loro colbacco.

Dietro al palazzo, lungo Buckingham Palace Road, vi sono le Scuderie Reali (Royal Mews)dove Sua Maestà tiene le auto e le carrozze che utilizza durante funzioni ufficiali.

In questa struttura vi sono anche i cavalli della regina.

Ciò è qualcosa di unico, poter vivere in una città considerata la più moderna al mondo.

Uno spazio che mi ricorda gli allevamenti di cavalli nella piccola Sanguigna di Colorno della mia infanzia e poter vedere da vicino questi animali tocca il cuore.

Mi fa venire voglia d’immaginarmi sulla loro groppa per poter osservare dal loro punto d’osservazione.

(continua)