IL TRENO DEL RESPIRO -CAP.2 /DIPINTI E BUIO (parte 1)

DIPINTI BUI (parte 1)

Un arcobaleno di dipinti colorati, farfalle svolazzanti nel cielo limpido.

Poi il buio… e il lento drammatico risveglio…

Non vedo più da un occhio, e la paura di vivere la mia vita a metà diventa sempre più reale.

Una grossa, profonda cicatrice che non mi abbandonerà mai.

E la mente ritornò a quella notte, fatta di divertimento e felicità.

Una notte che avrebbe dovuto dare una svolta positiva alla mia vita:dipinti intrisi d’energia, di potenza.

Le mie creature fatte di carta e colori, sfilavano sul bordo della piscina, brillanti come star sul red carpet pronte ai flash dei fotografi

Ciascuna con una luce, un’essenza diversa.

Una storia stava dietro ad ogni mia creatura, e ogni storia era un lato di me, intriso con l’inchiostro prima e liberato con il colore poi.

La Patricia solare,romantica, ma anche quella devastata dalle ansie e dai ricordi del passato che l’hanno resa forte.

Ma che a volte ritornano e pesano come macigni.

E poi c’era la mia luna, Garreth: per tutta sera non mi perse di vista, e il mio cuore brillava scintillante come una perla.

Era la mia conchiglia che mi accoglieva ogni sera facendomi risplendere di un amore che non credevo più di provare.

14

Lui, i miei amici e i miei dipinti: una serata magica, che in un lampo sarebbe stata cancellata per sempre dalla luce di un fanale.

Mi svegliai, e subito, nonostante fossi debole a causa del trauma cranico, corsi davanti allo specchio.

Vidi una benda bianca che mi copriva l’occhio di sinistra; in quell’istante il mio mondo mi si è accartocciato addosso, come un pezzo di carta rotto ormai inutile.

Avevo tutti attorno a me, le persone a me più care,ma era come se fossi sola.

 

 

 

2 thoughts on “IL TRENO DEL RESPIRO -CAP.2 /DIPINTI E BUIO (parte 1)

Comments are closed.