I TIROCINI,O STAGE: UNA FINESTRA (APERTA?) SUL MONDO DEL LAVORO

stage e tirocini

I diari dello stagista: obblighi, vincoli, legislazione

 “Cervelli in fuga” e “disoccupazione giovanile”.

Due termini che negli ultimi tempi abbiamo sentito spesso ai telegiornali o abbiamo letto sui principali quotidiani.

I dati ISTAT relativi proprio alla disoccupazione giovanile (ossia la disoccupazione che riguarda giovani d’età compresa tra i 15 e i 34 anni) resta agghiacciante.

Basti pensare che il 2016 si è concluso con un tasso del 40%.

Un’ “ultima spiaggia” per sperare in un inserimento lavorativo sembra essere rappresentata dai cosiddetti tirocini (o stage).

Ma cosa sono? Davvero favoriscono un inserimento lavorativo?

Noi di STUDENT’S GENERATIONS vogliamo darvi qualche linea guida a livello burocratico e legialstivo circa questa modalità d’inserimento nel mondo del lavoro.

Cos’è un tirocinio (o stage)?

Per “tirocinio” (o stage) s’intende un periodo di formazione utile all’acquisizione di nuove competenze.

Tali competenze possono essere utilizzate per inserirsi o reinserirsi nel mercato del lavoro.

Il tirocinio (o stage) implica l’instaurarsi di un rapporto di lavoro?

No,non è assimilabile in alcun modo ad un rapporto di lavoro subordinato.

Come funziona in genere un tirocinio (o stage)?

Ogni tirocinio prevede quindi un progetto formativo, stilato secondo le Linee Guida e contenente quindi specifiche indicazioni circa durata dello stage.

Tra queste Orario di “lavoro”, obiettivi e obblighi del tirocinante.

Oltre all’assolvimento nei confronti degli stagisti degli obblighi ai fini INAIL contro gli infortuni sul lavoro nonché la responsabilità civile verso terzi.

Durante lo stage, il soggetto promotore e l’ospitante devono garantire la presenza di un tutor/referente per seguire il tirocinante nel corso dell’esperienza.

Al termine del periodo, se il tirocinante ha frequentato il 70% del corso e ottiene una valutazione positiva circa le competenze acquisite.

Inoltre riceve il riconoscimento dell’attestazione dell’attività svolta e delle competenze, con la relativa qualifica .

(nella pagina seguente….i tipi di tirocinio e gli aspetti legislativi)