EARTH DAY: Proteggiamo la terra per la nostra sopravvivenza

earth

GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: SALVAGUARDIAMO IL PIANETA

Il 22 Aprile 2017 come ogni anno si celebrerà la GIORNATA DELLA TERRA. Si tratta di un evento nato per salvaguardare il nostro pianeta dai pericoli dell’uomo come l’inquinamento e l’estinzione di flora e fauna.  Si cerca dunque di sensibilizzare su questioni che possono portare alla morte di tutte le bellezze naturali. Si punta perciò ad agire per  conservare le risorse come il petrolio, non utilizzare prodotti chimici, proteggere l’ecosistema.

Questo evento è stato discusso per la prima volta già nel 1962. Il senatore Nelson propose manifestazioni dedicate a temi ambientali. Prese però piede dal 1969 in seguito al disastro ambientale  al largo della California. (fuoriuscita di petrolio dal pozzo della Union Oil).

E’ dal 1970 però che si può ufficializzare l’evento. Infatti il 22 aprile del 1970 venne organizzata una manifestazione in cui i cittadini scesero per le strade uniti dall’interesse comune di difendere la terra. Si organizzarono proteste da parte di college ed università contro il degrado ambientale.  Si iniziò dunque  parlare della EARTH DAY, la GIORNATA DELLA TERRA.

Nel corso degli anni si sono organizzate diverse iniziative. Con scopo educativo ed informativo si promuove la crescita di una terra più sana e meno soggetta a pericoli ambientali.  E grazie alla globalizzazione è stato possibile diffondere e condividere l’idea di salvare la terra.

Il primo evento mediatico venne promosso da Walter Cronkite della CBS News con un servizio intitolato “Giornata della Terra: una questione di sopravvivenza”. Fra i protagonisti della manifestazione anche alcuni grandi nomi dello spettacolo statunitense tra cui Pete Seeger, Paul Newman e Ali McGraw.

Nel 2000 ricordiamo che grazie ad internet, l’evento ha raggiunto la partecipazione di oltre 5000 ambientalisti. Mentre non è da dimenticare la scalata sul monte Everest. Venne fatto un collegamento mondiale via satellite da parte di alpinisti statunitensi, sovietici e cinesi. Furono buttate oltre 2 tonnellate di rifiuti lasciate sulla montagna.

Anche per quest’anno dunque saranno organizzati eventi per salvaguardare il nostro pianeta. E’ importante occuparsi del luogo in cui viviamo se vogliamo che i nostri figli crescano in un mondo migliore.

Per ulteriori informazioni:  http://www.earthdayitalia.org/