FESTA DELLA MAMMA: una parola, un legame indissolubile

mamma

FESTA DELLA MAMMA: La donna più importante per ognuno di noi

Non so cosa voglia dire essere mamma, perché non l’ho ancora provato sulla mia pelle, ma credo significhi donare tutta sé stessa per veder sorridere i propri   figli. Me l’ha insegnato mia madre.

Oggi è la tua festa mamma. E anche se non credo in queste ricorrenze, perché festeggiare una persona così importante non può ricadere in un cliché, tanti auguri.

Celebriamo il duro “lavoro” dell’essere madre. Celebriamo il duro compito dell’essere donne.

Oggi la festa della mamma è diventata soltanto un business, tra cioccolatini, fiori e biglietti di carta con scritto “ti voglio bene” ma la ricorrenza ha origini antiche.

ORIGINI DELLA FESTA DELLA MAMMA

Già nei tempi antichi c’erano dei riti che celebravano il culto della madre terra e delle divinità femminili. I Greci celebravano Rea, che era la madre di tutti gli dei, i romani  Cibele, simbolo della natura nonché delle madri.

In epoca moderna, invece, la Festa della Mamma venne festeggiata per la prima volta tra il 1600 e il 1700 in Gran Bretagna con il nome di “Mothering Day”. In questo giorno i bambini, che vivevano lontano dalle proprie famiglie per lavorare, potevano finalmente tornare a casa. E per quest’occasione portavano alla propria madre dei doni.

Nel 1908 Anna Jarvis  sancì questa ricorrenza  dedicandola a sua madre Ann Jarvis Reeves, che per tutta la vita si era impegnata per migliorare le condizioni delle donne e tutelare madri e figli. Si era anche impegnata a promuovere il Mother’s Friendship Day (“Giornate dell’amicizia tra madri”) per favorire la riconciliazione tra le mamme del Nord e quelle del Sud, ex nemiche.

 

 

mamma
Anna Jarvis