DEPRESSIONE POST PARTUM: ladro di maternità

depressione

DEPRESSIONE POST PARTUM: prevenire e curare

SI PUO’  PREVENIRE LA DEPRESSIONE POST PARTUM grazie al rilassarsi, seguire una dieta adeguata, mantenere il contatto con amici e parenti. E per quanto riguarda i familiari sarebbe utile che essi diano un aiuto alla mamma ad esempio occupandosi dei lavori domestici.

Ma quando bisogna CURARE questa fase che non è soltanto un “semplice” sentirsi giù, stanchi, sopraffatti dalle nuove incombenze, nei casi gravi, di DDP appunto si può ricorrere:

  • ai farmaci come antidepressivi e ansiolitici
  • ad una psicoterapia, consigliata è quella di gruppo con altre madri che soffrono dello stesso disturbo.

 

Bisogna infatti ricordare che

Una donna che soffre di depressione post-partum ha bisogno di ritrovare la fiducia nelle proprie capacità di madre, a volte di ricostruire la relazione con il proprio bambino, sempre di essere accolta, ascoltata, sostenuta e liberata dai sensi di colpa e di vergogna che questa sofferenza le ha provocato, minando profondamente la sua autostima e l’immagine di sé come donna e come madre”.(Claudio Mencacci)

Non è un fenomeno da sottovalutare in quanto  la relazione che si crea tra madre e bambino è la relazione fondamentale per la vita di quest’ultimo. Infatti grazie al tipo di attaccamento che esso avrà con la madre, potrà stabilire le sue relazioni future. Ed è dunque importante che si consideri che la gravidanza porta a cambiamenti fisici e psicologici e nell’animo della neo mamma vivono sentimenti contrastanti.

FONTE: http://www.ondaosservatorio.it