DEPRESSIONE POST PARTUM: ladro di maternità

depressione

DEPRESSIONE POST PARTUM: essere madri tra incertezze e paure

La gravidanza è il momento in cui una donna vive per ben nove mesi, con un piccolo essere all’interno di se, fino al momento della sua nascita. Quando per la prima volta vedrà il volto del suo bambino e da li in poi si impegnerà nel faticoso ma bellissimo “lavoro” di essere madre. Non tutte le donne affrontano questo momento della loro vita allo stesso modo. E a volte le neo mamme possono andare incontro ad una serie di sintomi come ansie, paure ed incertezze che se si aggravano provocano una vero e proprio disturbo conosciuto come DEPRESSIONE POST PARTUM (DPP).

La depressione post-partum, è una particolare forma di disturbo nervoso che colpisce alcune donne a partire dal 3° o 4° giorno dopo la gravidanza. Oltre il 70% delle madri, manifesta sintomi leggeri di depressione, in una forma denominata “baby blues”, con riferimento allo stato di malinconia (“blues”) che caratterizza il fenomeno.

Si tratta quindi di una reazione piuttosto comune i cui sintomi includono crisi di pianto senza motivi apparenti, irritabilità, inquietudine e ansietà che tendono generalmente a scomparire nel giro di pochi giorni. Ben più gravi e duraturi sono i sintomi della depressione post-partum che possono durare anche per un intero anno.