Dalla movida romana il PR per eccellenza: intervista ad Antonello Lauretti

Intervista ad Antonello Lauretti

Ciao Antonello ti ringraziamo per averci concesso quest’intervista per il nostro blog.

M. Cosa vuol dire essere un PR al giorno d’oggi?

A. La figura del PR e’mutata nel corso degli anni sopratutto è stata influenzata dall’ascesa dei social.

Oggi più che mai il PR deve essere in grado d’intercettare le tendenze del mondo giovanile, che rappresentano il suo target di riferimento.

M. A cosa pensi quando devi organizzare un evento?

A. Devo sempre stupire il mio pubblico con idee innovative.

M.In base a quale criterio scegli le location?E per le musiche?

A.Le location vengono scelte in base alle richieste che mi arrivano e alla mia fantasia della giornata.

pongo una particolare attenzione al messaggio finale che il cliente vuole trasmettere con quel determinato evento.

Per quanto riguarda invece le musiche, le scelgo in modo tale che risultino in armonia con il progetto dell’intero evento.

M. Per quanto riguarda l’aspetto organizzativo ,ti occupi tu di ogni singola scelta,o hai uno staff a cui deleghi delle responsabilità?

A. Mi occupo personalmente dell’organizzazione, perché preferisco sempre essere io l’unico protagonista dell’organizzazione dei miei eventi.

M.Oltre alla partecipazione da cosa riesci a capire la buona o non buona riuscita di un evento?

Mi spiego meglio …quando ritieni il tuo lavoro veramente soddisfacente?

A.Dall’atmosfera che si respira durante l’evento e dai riscontri che ho il giorno dopo.

Mi ritengo soddisfatto quando ho dei giudizi positivi dai social media, dalla Stampa e dal mio cliente.

Le eventuali critiche sono per me uno stimolo per fare sempre meglio il mio lavoro.

M. Molti al giorno d’oggi dicono che facendo il pr come primo lavoro non ci si sopravvive. Tu cosa gli rispondi?

A. Questo lavoro ,come del resto tutti i lavori ,purché sia svolto con passione e impegno dà risultati più che soddisfacenti.

M. Secondo te c’é un’età minima per essere un PR?

A. Non c’è un’età minima richiesta ma ovviamente occorre l’esperienza,le conoscenze giuste ed un carattere molto socievole.

Queste doti ti aiutano a diventare un PR acclamato.