Anorgasmia: l’ostacolo del piacere

anorgasmia

Anorgasmia:  e se l’orgasmo non arriva?

Quando si ha una relazione con una persona, oltre all’intesa mentale è importante anche la complicità a letto, la capacità di entrare in intimità con il proprio partner, “divertirsi” sotto le lenzuola fino a raggiungere l’apice del piacere: l’orgasmo. Non tutti però ci riescono, esiste infatti un problema comune a molte donne ed uomini detto anorgasmia. Vediamo insieme le cause, e come risolvere questa difficoltà di poter godere appieno dell’esperienza sessuale. Oggi ci occupiamo dell’anorgasmia femminile.

L’anorgasmia, quindi, è l’impossibilità di raggiungere l’orgasmo. Molte donne e ragazze affermano di non averlo mai raggiunto o di esserci riuscite soltanto attraverso la masturbazione o ancora di averlo ottenuto soltanto in determinate situazioni (per esempio a luce spenta) o solo in alcuni periodi (anorgasmia secondaria).  Sembrerà impossibile, eppure circa il 90% della popolazione femminile ha questa difficoltà!

Uno studio realizzato da Ashley Madison, un sito di incontri extraconiugali, ha scoperto che il 73% delle donne intervistate, aveva dichiarato di aver finto l’orgasmo. Probabilmente avranno voluto tacere il loro problema pur di far felici i propri partner sessuali!. Tuttavia l’anorgasmia non è qualcosa da prendere sottogamba, tante sono infatti le cause che la provocano.

anorgasmia

ORGASMO Se vuoi venire devi lasciarti andare -Fulvio Fiori

Le cause dell’anorgasmia sono diverse, prevalentemente psicologiche. Innanzitutto incide l’educazione sessuale. Nel passato il sesso era considerato un tabù e non esisteva, soprattutto per una donna, il concetto di provare piacere. I rapporti sessuali erano fini alla procreazione. Per questo molte credono di non meritare l’appagamento o si concentrano soltanto sul soddisfare il partner, ma i tempi cambiano! e bisognerebbe cambiare mentalità per vivere le relazioni liberamente.

Influiscono anche problemi come la depressione (con un percorso psicologico si possono abbandonare i pensieri negativi) la menopausa (anche se ricorda che si sta invecchiando non impedisce di avere rapporti sessuali) la bassa autostima o la poca conoscenza di sè.

E’ importante sapere quello che piace, per avere il piacere che si desidera. Per esempio, non tutte riescono ad avere un orgasmo con la penetrazione, alcune preferiscono una piacevole stimolazione del clitoride. Conta molto però la comunicazione con il proprio compagno. Parlare tranquillamente e senza remore di sesso! Imparare a conoscersi reciprocamente e capire insieme quali sono le parti del proprio corpo che possono aumentare il piacere sessuale.

Come risolvere dunque l’anorgasmia? il segreto è distruggere queste barriere e…lasciarsi andare!

anorgasmia

ulteriori info su:

https://www.guidapsicologi.it/