13 ragioni per guardare “13 reasons why”

13 reasons why: una storia e 13 ragioni per conoscerla

7) L’atto dei suicidio riportato nell’ultima puntata è rappresentato in modo tale che si capisca che esso non è la soluzione a tutti i mali. E’ un atto estremo che comporta sofferenza e dolore non solo per chi lo compie ma anche per chi rimane.

8) Per il protagonista: tutti dovrebbero imparare a essere come Clay. Nonostante gli altri cerchino di ostacolarlo lui non demorde nel voler portare alla luce la storia di Hannah. Anche lui non è perfetto, si sente in colpa e proprio per questo vuole agire.

“DEVE MIGLIORARE IL MODO IN CUI TRATTIAMO, E CI DIAMO UNA MANO… DEVE MIGLIORARE PER FORZA”- Clay.

reasons
il momento in cui la madre di Hannah trova la figlia morta